Modulistica

Scarica Domanda

Scarica Domanda

COME ACCEDERE AI SERVIZI DELLA CASA DI RIPOSO

L’ammissione alla Casa di Riposo “Dr. A. Giampieri” – Ponsacco prevede due distinte procedure di accesso:

  • Ammissione di soggetti non autosufficienti, in regime di rapporto di CONVENZIONE con strutture pubbliche (Società della salute Valdera, USL5, Comune ecc.).

  • Ammissione di soggetti autosufficienti, parzialmente autosufficienti e non autosufficienti in regime di rapporto PRIVATO.

Come entrare in RSA usufruendo dei posti finanziati

Per l’inserimento nella nostra Residenza sanitaria assistenziale in casi di non autosufficienza seguire le modalità riportate nel link: http://www.valoreinrsa.it/ cliccare su ACCEDI IN AREA RISERVATA
Il percorso è composto da 4 fasi:

  • 1- segnalazione del bisogno socio-assistenziale complesso al Punto Insieme;
  • 2- valutazione complessiva, sia sociale che sanitaria, da parte dell’Unità di valutazione multidimensionale distrettuale (UVM);
  • 3- predisposizione e condivisione con il cittadino di un progetto personalizzato assistenziale (PAP) in cui sono indicati i bisogni socio-sanitari rilevati e il servizio che può essere erogato;
  • 4- se il servizio è di tipo residenziale e la Zona Distretto competente comunica il diritto al titolo di acquisto, l’assistito e i suoi familiari hanno 10 giorni lavorativi di tempo per scegliere la struttura e informare Zona Distretto e RSA

 

Procedura di accesso per posti in regime di rapporto privato

L’accesso ai posti in regime di rapporto privato avviene a seguito di domanda presentata su appositi moduli predisposti dalla Casa di Riposo “Dr. A. Giampieri”. (detti moduli sono disponibili per il ritiro, presso la Direzione della Casa di riposo).La domanda può essere presentata dall’interessato, da familiari, da delegati e/o da chiunque ne abbia titolo.
La domanda quando completa di tutte le informazioni preliminari richieste viene protocollata.
Segue, previa richiesta di appuntamento, un colloquio conoscitivo di un Coordinatore della struttura con l’interessato, con i familiari e/o suoi delegati.
Successivamente la domanda è valutata da una Commissione della struttura.
La valutazione (*) analizza tutte le condizioni dell’anziano: il grado d’autonomia; i bisogni specifici, la consistenza del supporto familiare etc. e il suo esito consiste nell’ammissibilità dell’accoglienza, nella classificazione del livello d’autonomia funzionale, nell’individuazione del percorso assistenziale, e nell’eventuale riconoscimento dello stato d’urgenza, quando richiesto.
I risultati di questa prima fase saranno comunicati all’interessato e/o ai familiari, con l’indicazione delle condizioni d’ammissibilità (retta(*), servizi particolari, tempistiche prevedibili ecc.) e la domanda stessa sarà inserita in una lista d’attesa ordinata in base alla data di presentazione.
I casi classificati urgenti saranno inseriti in apposita lista ed avranno precedenza sulle altre domande.
Per l’ammissione, ogni qualvolta si rende disponibile un posto letto si procede ad una nuova ammissione secondo i requisiti di precedenza ma anche secondo le caratteristiche d’idoneità al posto disponibile (sesso, grado d’autonomia, servizi particolari richiesti, tipologia assistenziale, etc.)

(*) La valutazione originaria e la retta conseguente, comunicate, potranno essere rideterminate in qualsiasi momento a seguito della constatazione di modificazioni indicative in ogni caso sopraggiunte rispetto alle valutazioni iniziali.